Processo 231: esclusa la revisione per la Società

Gli esiti processuali di #Ente e della persona fisica imputata possono divergere: è quanto ha stabilito, negli scorsi giorni, la Corte di Cassazione che, con la sentenza 43813 del 31 ottobre 2023, si è richiamata a consolidati principi in tema di revisione. All’esito di un sinistro mortale sul luogo di lavoro, infatti, la #società datrice […]

Udienza preliminare per l’ente imputato: cambia la regola di giudizio

In attesa della pubblicazione sulla Gazzeta Ufficiale, si anticipa che lo scorso 16 novembre il Consiglio dei Ministri ha approvato lo “Schema di Decreto Legislativo: Disposizioni integrative e correttive del Decreto Legislativo 10 ottobre 2022, n. 150, di attuazione della legge 27 settembre 2021, n. 134 …”, in ambito #penale.  Le proposte normative ivi contenute includono […]

Delega di funzioni: la suprema corte ne riepiloga i principi

Con la recente pronuncia della Cassazione (n. 38913 del 25.9.2023) la Suprema Corte ha esaustivamente riepilogato i termini di legittimità della #delega di funzioni nel contesto della salute e della #sicurezza nei luoghi di #lavoro, frequentemente toccato dal tema della responsabilità amministrativa ex #D.Lgs231/2001.  Come noto, soprattutto nelle realtà di ingenti dimensioni, tale strumento, con […]

Dalla cassazione ribaditi i principi in tema di prescrizione

Ecco di nuovo confermata dalla Suprema Corte (sent. n. 43709/2023) la disciplina della #prescrizione applicabile agli enti in materia di illeciti amministrativi ex #D.Lgs.231/2001.  La Cassazione ha infatti annullato una pronuncia di merito che aveva ritenuto erroneamente estinto, per decorso del termine, tanto il reato contestato al legale rappresentante quanto il corrispondente #illecito contestato alla […]

QUANTIFICAZIONE DEL DANNO E SEQUESTRO: UNA PRONUNCIA DELLA CASSAZIONE

Rigettato dalla Suprema Corte (con recente sentenza n. 30272/2023) il ricorso proposto nell’interesse di un ente avverso il decreto del GIP di Milano con cui era stato disposto il sequestro, a fini di confisca, per un valore pari ad € 854.000,00. La società ricorrente, coinvolta ai sensi del D.Lgs. 231/2001 nell’ambito di un procedimento penale […]

I reati 231 in continua estensione

A partire dal prossimo 8 agosto entrerà in vigore la L. 14 luglio 2023, n. 93 recante “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della diffusione illecita di contenuti tutelati dal diritto d’autore mediante le reti di comunicazione elettronica”, Con tale provvedimento si è intervenuti sull’art. 171-ter L. 633/1941, che è richiamato dall’art. 25-novies D.Lgs. […]

Regole di settore, compliance e responsabilità da reato: l’applicazione del d.lgs. n. 231/2001 alle società bancarie – Il quaderno di Banca d’Italia

Banca d’Italia, nel contesto del progetto – promosso dalla Fondazione CNPDS e coordinato dai professori Centonze e Manacorda – “I vent’anni del d. lgs. n. 231/2001. Evidenze empiriche e prospettive di riforma”, ha di recente pubblicato un apposito “Quaderno di ricerca giuridica”, riportante un focus sull’attuazione della disciplina della responsabilità da reato delle persone giuridiche […]

Efficaci dal 15 luglio le linee guida ANAC in tema di whistleblowing

A seguito della chiusura della procedura di pubblica consultazione, con Delibera n. 311 del 12 luglio scorso ANAC ha pubblicato le “Linee Guida in materia di protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione e protezione delle persone che segnalano violazioni delle disposizioni normative nazionali. Procedure per la presentazione e gestione delle segnalazioni esterne“, […]

INAIL: linee guida 2023 in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Il 20 giugno scorso INAIL, in collaborazione con CAPITALIMPRESE ha pubblicato, sul proprio sito, il documento recante le  “Linee di Indirizzo per il Monitoraggio e la Commissione dei Reati Relativi a Salute e Sicurezza sul Lavoro di cui al 25 Septies del d.lgs. 231/01”, redatte in conformità allo standard UNI ISO 45001:2018, così da sviluppare un […]

Prescrizione degli illeciti 231: la cassazione conferma l’orientamento esistente

La recente sentenza della Suprema Corte (n. 25764/2023) ha affrontato nuovamente la tematica della presunta irragionevolezza della disciplina della prescrizione prevista per gli illeciti commessi dall’ente-imputato rispetto a quella prevista per gli imputati-persone fisiche, confermando la manifesta infondatezza della questione di legittimità costituzionale sollevata dalla difesa sul punto.  In particolare, la sentenza:  . Dunque, anche in questo […]