IVASS: le novità per le imprese nel documento di consultazione n. 9/2023

L’ultimo documento di consultazione IVASS (n. 9/2023), oltre a prevedere modifiche impattanti per l’attività dei distributori, prevede altresì diverse revisioni al Reg. IVASS 41/2018, riguardanti le informative precontrattuali realizzate dalle imprese.

Le proposte dell’Autorità hanno infatti lo scopo di superare le criticità della eccessiva lunghezza dei documenti informativi precontrattuali (DIP) aggiuntivi e della duplicazione delle informazioni presenti in questi ultimi se confrontati con i DIP o i KID (key information document riguardanti prodotti d’investimento assicurativo).

Più in particolare, le proposte riguardano:

  • la semplificazione della struttura dei DIP aggiuntivi, eliminando informazioni già riportate nel KID/DIP o nelle condizioni contrattuali;
  • l’introduzione di un limite massimo di pagine del DIP aggiuntivo;
  • l’abrogazione dell’obbligo di riportare nel DIP aggiuntivo sezioni vuote in cui meramente indicare l’assenza di informazioni ulteriori rispetto a quelle fornite nel DIP/KID;
  • la modifica della nomenclatura dei DIP aggiuntivi dei prodotti di investimento assicurativo per allinearla a quella dei KID e quindi agevolarne la comparabilità con altri prodotti similari.

Le Compagnie, già invitate dall’IVASS a rivedere le condizioni contrattuali alla luce dei criteri di chiarezza e semplicità a valle dei risultati dell’indagine ad hoc pubblicati a giugno, dovranno pertanto considerare anche gli esiti della pubblica consultazione in oggetto nell’ambito delle modifiche ai propri set informativi.

Visualizza documento