Il TAR interviene sulla vendita di polizze abbinate a contratti di mutuo

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), con provvedimento n. 28157/2020, ha sanzionato BNL per avere posto in essere pratiche commerciali aggressive consistite nell’avere:

a) indebitamente condizionato i consumatori ad acquistare in abbinamento a mutui polizze assicurative di vario genere commercializzate dalla Banca, proponendo la loro sottoscrizione come condizione per la concessione dei mutui;

b) indotto i consumatori intenzionati a sottoscrivere un contratto di mutuo ad accendere un conto corrente presso la Banca. Attraverso il provvedimento l’AGCM ha irrogato a BNL una sanzione pecuniaria complessiva di € 5.650.000,00.

La Banca ha impugnato il provvedimento innanzi al TAR Lazio che, attraverso la sentenza del 5 gennaio scorso (n. 229), lo ha annullato. Tra i motivi che hanno determinato i giudici amministrativi ad annullare il provvedimento rileva il difetto di istruttoria contestato all’Antitrust, per non avere minimamente considerato i “plurimi presidi adottati dalla Banca in conformità alla normativa specifica di settore al fine di tutelare i consumatori” e le risultanze dell’attività ispettiva compiuta sull’Istituto di credito dalla Banca d’Italia, ritenendole “del tutto irrilevanti” ai fini della configurabilità di una pratica commerciale aggressiva.

Visualizza documento