Il nuovo pacchetto europeo antiriciclaggio

Il 30 maggio il Consiglio Europeo ha adottato il nuovo pacchetto antiriciclaggio, di prossima pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’UE.

Il pacchetto contempla, tra le varie cose, un apposito Regolamento volto a disciplinare gli adempimenti #antiriciclaggio applicabili al settore privato, demandando invece alla VI Direttiva AML la regolamentazione delle autorità nazionali competenti alla lotta al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo.

Con l’emanazione del Regolamento, direttamente applicabile in tutti gli Stati membri UE, si ottiene il superamento delle disomogeneità applicative come anche dei ritardi nel recepimento, che in passato hanno portato a una disomogenea applicazione della disciplina a livello europeo.

Con separato Regolamento si determina, inoltre, l’istituzione della nuova Autorità europea antiriciclaggio (#AMLA), che sarà operativa dalla metà del 2025 con sede a Strasburgo e avrà, tra le varie cose, il compito di emanare orientamenti per specificare i requisiti di cui al nuovo Regolamento AML.

La regolamentazione AML si applicherà dal 2027 (3 anni dopo la sua entrata in vigore), lasciando quindi tempo agli Stati membri e ai soggetti direttamente impattati di dotarsi di ogni più opportuna misura di adeguamento.

Visualizza documento