Finanza sostenibile: le attività di vigilanza

Quali attività di vigilanza vengono svolte dall’IVASS in materia di finanza sostenibile? Ne ha parlato il Consigliere IVASS, Riccardo Cesari, al convegno ISPRA “La sfida ambientale per la Finanza Sostenibile” tenutosi a Roma il 22 maggio 2024.

Dopo un iniziale excursus sul significato della sigla ESG in termini di rischio, evidenziandone le componenti del rischio ambientale, sociale e di governance, il Consigliere ha ricordato le attività svolte dall’IVASS, anticipando che:

  • a breve verrà pubblicato il rapporto finale della rilevazione ESG condotta nel 2023 sulle compagnie italiane;
  • dall’analisi ESG specificamente condotta sugli IBIPs “Non sono emersi casi evidenti di greenwashing dal lato dei prodotti e si è percepita, viceversa, una certa cautela da parte delle compagnie nella classificazione dei prodotti come “light green” o “dark green”, al punto da suggerire, in qualche caso, un “rischio greenbleaching””;
  • è in corso di pubblicazione anche l’esito dell’indagine svolta su un campione di 46 contratti a copertura di rischi catastrofali offerti da 14 compagnie operanti in Italia “in vista dell’attuazione dei nuovi obblighi di assicurazione contro i rischi catastrofali introdotti dalla legge di bilancio 2024”, da cui è emerso, tra le varie cose, che nessuna compagnia assicura esplicitamente l’esondazione, e coperture sono offerte come garanzie aggiuntive rispetto alla garanzia base e notevole importanza rivestono le condizioni di assicurabilità e, in particolare, le caratteristiche costruttive del fabbricato assicurato.

Visualizza documento