Bankit: chiarimenti alle Disposizioni in materia di organizzazione, procedure e controlli interni per finalità antiriciclaggio

Facendo seguito all’aggiornamento 2023 delle proprie Disposizioni in materia di organizzazione, procedure e controlli interni per finalità antiriciclaggio (in recepimento degli Orientamenti EBA sulle politiche e le procedure relative alla gestione della conformità e al ruolo e alle responsabilità del responsabile antiriciclaggio), il 9 gennaio 2024 la Banca d’Italia ha emanato una nota di chiarimenti in relazione alla figura dell’esponente responsabile per l’antiriciclaggio, alla funzione antiriciclaggio e all’applicazione delle Disposizioni nell’ambito dei gruppi.

Tra i vari aspetti è stato chiarito che:

  • l’incarico di esponente responsabile per l’antiriciclaggio può essere attribuito all’amministratore delegato;
  • in caso di attribuzione del ruolo di cui sopra ad un amministratore non esecutivo, questi acquisirà per l’effetto la qualifica di amministratore esecutivo;
  • sussiste l’obbligo di acquisire il parere della funzione antiriciclaggio in relazione a ogni rapporto continuativo per cui è prevista l’approvazione di un alto dirigente;
  • tutte le società del gruppo che rientrano tra i destinatari delle Disposizioni devono nominare un proprio esponente responsabile per l’antiriciclaggio.

L’analisi delle Disposizioni e dell’annessa nota di chiarimenti risulta altresì utile per il settore assicurativo in vista dell’attesa emanazione delle modifiche al Reg. IVASS n. 44/2019, la cui pubblica consultazione, avviata proprio al fine di recepire i medesimi orientamenti EBA già recepiti nelle Disposizioni della Banca d’Italia, si è chiusa nel luglio 2023.

Visualizza documento